Sono tornati i voucher internazionalizzazione, ovvero l’opportunità di poter dar vita ad un progetto per internazionalizzarsi inserendo nella propria azienda la figura del Temporary Export Manager (TEM).

Scarica la nostra guida e scopri come funziona e quali sono le novità di questa nuova edizione.

Voucher internazionalizzazione 2017: quali PMI possono accedervi?

La dotazione complessiva è di 20 Mio di euro e di ulteriori 6 Mio di euro destinate alle imprese beneficiarie con sede legale nelle regioni meno sviluppate (Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia).

Possono presentare domanda le PMI, sia società di persone che non, che hanno conseguito ricavi pari a 500 mila euro nell’ultimo esercizio chiuso. Nel caso di imprese riunite in rete, si fa riferimento alla somma dei ricavi delle imprese retiste. Tale requisito non sussiste per le Start-up innovative iscritte nell’apposito registro.

Le società erogatrici del servizio devono essere accreditate ed inserite in una lista che il M.I.S.E. pubblicherà entro il 21 dicembre sul proprio sito.

Come presentare domanda per i Voucher MISE 2017

Le domande devono essere presentate esclusivamente per via telematica. Le aziende richiedenti devono quindi essere in possesso di un indirizzo di PEC valido e della firma digitale. L’iter per la presentazione della domanda parte il 21 novembre, mentre la domanda dovrà essere inviata il 28 novembre a partire dalle ore 10.

I contributi a fondo perduto sono di due tipologie:

  • VOUCHER EARLY STAGE: finanziamento a fondo perduto di 10 mila euro in prima edizione (8 mila per chi ha fatto il voucher nel 2015) a fronte di un progetto minimo di 13 mila euro e durata minima di 6 mesi.
  • VOUCHER ADVANCED STAGE: finanziamento a fondo perduto di 15 mila euro a fronte di un progetto minimo di 25 mila euro e durata minima di 12 mesi. Possibilità di un ulteriore finanziamento di 15 mila euro se nell’esercizio vengono aumentati del 15% il volume dell’export e del 6% l’incidenza del fatturato verso paesi esteri, rispetto al fatturato totale.

Le aziende che ricevono il Voucher verranno rimborsate a 60 giorni dalla chiusura e rendicontazione del progetto.

Sono ammissibili le spese di affiancamento all’internazionalizzazione erogati da una delle società fornitrici per il tramite della figura professionale del TEM (temporary export manager) cioè di un professionista specializzato dei processi di internazionalizzazione.

In caso di domande non esitate a contattarci.

La presente è un estratto riassuntivo delle informazioni che si possono trovare sul sito del M.I.S.E. www.mise.gov.it nell’apposita sezione “Voucher per l’Internazionalizzazione”.

L’importanza dei Voucher TEM 2017 per le aziende che puntano ai mercati globali

È importante sottolineare che l’export e l’internazionalizzazione si sono dimostrati, in base alle statistiche ufficiali, elementi determinanti per lo stato di salute e di sviluppo delle imprese.

I finanziamenti che stanno arrivando sono di sicuro un aiuto alle imprese per le fasi iniziali di un processo di apertura ai mercati globali, che permette alle PMI di cogliere nuove opportunità di business e di confrontarsi con i mercati internazionali.

Questo però non dovrebbe essere limitato a progetti finanziati, ma dovrebbe diventare un elemento fondamentale della strategia di aziende che competono in un mercato dove le barriere sono molto più ridotte rispetto a 10-15 anni fa e le dinamiche di mercato sono molto più mutevoli e veloci.

I nostri temporary export manager sono a vostra disposizione per domande o necessità di chiarimento.

 

Iscriviti alla nostra newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato sulle opportunità dell'export

Grazie di esserti iscritto alla newsletter!

Share This